PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

giovedì 8 aprile 2010

Bitonto (Bari) – Incantano ed inquietano le ‘Streghe’ della contemporaneità con Elisa Barucchieri e Teresa Satalino


Un appuntamento con le donne in musica, lo spettacolo proposto ieri sera al teatro Traetta di Bitonto.

Un concerto danzato che ha visto l’unione ben assortita di musiciste , la VenusOrchestra, fondata e diretta da Teresa Satalino e la compagnia di danza ResExtensa con Elisa Barucchieri, che hanno presentato lo spettacolo “Streghe”.

Tutte rigorosamente vestite di bianco, come sacerdotesse vestali sia le orchestrali che le ballerine avanzano sul palcoscenico a piedi nudi e a passo lento prendendo ognuno il proprio posto.

La musica suadente di un flauto da inizio alle danze, mentre la luce di una luna piena illumina la scena, perché proprio nella semioscurità le streghe, ovvero le figlie della dea della luna, Diana, si riunivano nei boschi per praticare la loro religione.

La Vecchia Religione chiamata anche Sabba per celebrare otto feste legate alle fasi lunari e del sole, otto feste del fuoco e dell’acqua.
Per stare a diretto contatto della natura alcune praticavano la loro religione senza abiti e così lo esprimono le ballerine in un primo momento del loro ballo.

La commistione di musica e ballo è perfetta, incanta tanto da stregare il pubblico .
Come affascina ed ammalia la miscellanea tra musica antica e moderna.

Con disinvoltura, gradevolezza e seduzione il programma musicale spazia dalla musica barocca di Antonio Vivaldi e Johann Sebastian Bach, con il caratteristico suono dolce di violini e contrabbasso a quella moderna ed elettronica della compositrice finnica Kaija Saariaho e di Giulio Colangelo, con l’uso anche di un basso elettrico il tutto per amplificare l’incanto di un’atmosfera che volteggia tra istinto e rigore.

Volteggiano e si librano attraverso funi le ballerine , Elisa Barucchieri, Anna Moscatelli, Alice Mundschin mentre Serena Brindisi e Anna Maria Masi recitano e cantano, proiettandoci attraverso il ciclo della Natura, dal solstizio d’inverno (Yule) il giorno più buio dell’anno, al risveglio della Natura con la Candelora, al solstizio d’estate fino al Samhain (Halloween) , dove la Natura si spoglia e si addormenta per prepararsi al nuovo ciclo della vita.

Le streghe-Ballerine ci portano in questo viaggio lungo un anno attraverso il mistero delle parole e dei segni, celebrando lo stretto legame che unisce il corpo e la forza generatrice, il suono e la natura, lo spazio e il tempo.

Anna deMarzo