PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

domenica 15 giugno 2008

Bari - Harry Potter: arriva a Bari la mostra del maghetto più famoso del mondo.


Nella sala Murat di Bari, è stata presentata la mattina del 12 giugno la mostra “Harry Potter & Co. l'arte fantastica di Serena Riglietti”.

Si tratta di un'esposizione frazionata in varie situazioni magiche di gioco, di bozze e di disegni, fruibili soprattutto dai bambini, anche se è prevista una larga partecipazione di adulti. Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte la Dott.ssa Labate della Regione Puglia, la Dott.ssa Iole Siena della Società Arthemisia che ha curato l'ideazione, l'organizzazione e la produzione della mostra, l'Assessore Nicola Laforgia e Serena Riglietti la disegnatrice italiana di Harry Potter.

La Dott.ssa Labate è intervenuta dicendo che l'interesse della Regione Puglia è quello di avvicinare un vasto pubblico di bambini e ragazzi alla lettura, ma anche portarlo in uno spazio espositivo in cui si possa divertire, uno spazio che consente anche agli adulti di ritrovare il mondo della fantasia e della creatività.

Successivamente ha preso la parola la Dott. ssa Siena che ha parlato del progetto, a quanto pare nato circa un anno e mezzo fa a più mani: una collaborazione tra la società Arthemisia, Serena Riglietti e l'architetto Mari. L'evento è stato presentato in anteprima alla mostra del cinema di Roma, adesso è a Bari ed in autunno sarà a Milano.
L'Assessore Laforgia ha voluto dimostrare il suo interesse per i libri di Harry Potter: “Gran parte del successo dei libri, secondo me, è dovuto alla veste grafica, credo che la scelta dei disegni di Serena Riglietti siano stati un valore aggiunto fondamentale”.

Poi parlando dell'organizzazione ha asserito: “ Abbiamo incontrato molte difficoltà per portare questa mostra a Bari, difficoltà superate grazie all'intervento del Comune, della Regione Puglia e di sponsor privati quali la Confindustria – Sezione edilizia e l'azienda I Tre Orsi. Abbiamo voluto che Bari la offrisse gratuitamente alla città, abbiamo scelto la sala Murat come contenitore proprio perchè sta dentro Bari vecchia, quindi dentro il cuore della città, è un valore attrattivo straordinario. Inoltre la disponibilità di Serena ci ha permesso di curare un altro aspetto importante, si farà una raccolta fondi libera a vantaggio di associazioni quali Apleti, Agebeo e Culla di Spago, attive nel settore del volontariato per bambini oncoematologici. Non solo, ma nel pomeriggio del 12 giugno, Serena andrà nel reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico di Bari per disegnare insieme ai bambini”.

La disegnatrice Serena Riglietti è intervenuta brevemente parlando della tecnica che usa per disegnare, essenzialmente acquerello, ma anche acrilico.

Successivamente la Dott.ssa Iole Siena ci ha guidato nelle varie stanzette allestite per la mostra, spiegandoci il significato e la funzionalità. Il percorso prevede una prima saletta dove si trova un disegno di Serena riproposto in maniera tridimensionale, un bosco, i bambini entrando prenderanno una torcia, verranno abbassate le luci, quindi verrà detto loro di cercare gli elementi nascosti tipo animaletti in mezzo ai rami, oppure elementi disegnati, c'è un lavoro sulla fantasia perché metaforicamente qui siamo nel regno della fantasia.

In un'altra piccola stanza si spiegherà ai bambini come nasce una vera illustrazione: al disegnatore viene comunicata la storia che può essere Harry Potter o Peter Pan per es., si comincia ad abbozzare il disegno che poi diventerà l'illustrazione definitiva, per cui “abbiamo pensato di trasmettere un video accelerato in cui si vede come nasce l'illustrazione di Harry Potter, quindi si vede la mano di Serena che disegna dall'inizio, cioè dal primo tratto sul foglio per arrivare alla fine” ha spiegato la Dott.ssa Siena. Alla pareti si vedono i bozzetti originali, i primi disegni che fa Serena per poi giungere a ciò che vediamo stampato sui libri.

Il percorso continua e si passa in una stanza con degli specchi strani, questa è la stanza del “cambiacolore”, anche qui il luogo diventerà buio, un macchinario proietterà delle luci colorate per far diventare la stanza gialla, blu, viola, etc.: l'intento è che i bambini guardandosi allo specchio vedranno cambiare continuamente colore e capiranno perchè per i cattivi viene scelto un colore cupo e per i buoni un colore chiaro!

Si passa in un'altra saletta dove troviamo dei disegni a colori di altri libri illustrati da Serena, è una raccolta delle favole più famose quali Peter Pan, La Sirenetta, ed altre, qui i bambini potranno scegliere la storia che vogliono e l'accompagnatrice didattica la racconterà loro tramite le illustrazioni.

E poi ancora si passa nella stanza del menabò! Il menabò è il momento in cui il testo viene messo accanto all'immagine e viene impaginata la prima bozza del libro, in questa parte ci sono i primi menabò originali con i testi accanto, le prime prove tecniche e c'è anche un gioco per i bambini che potranno creare la loro storia.
Proseguendo si può vedere una sezione con tutte le copertine di Harry Potter, c'è una prima copertina disegnata in una tiratura abbastanza limitata perchè non si pensava al successo che avrebbe avuto il personaggio, ma quando la scrittrice J.K. Rowling si è accorta che questo Harry Potter era senza occhiali ne ha sospeso la tiratura, praticamente ci sono pochi esemplari in giro.

Successivamente la copertina è stata trasformata con il personaggio che porta gli occhiali!
Dopo qualche metro si può vedere una parete con i libri di tutto il mondo, serve per spiegare ai bambini che Harry Potter è un fenomeno globale, ogni paese ha il suo disegnatore quindi sono stati raccolti tutti i libri in diverse lingue.

Per ultimo c'è una saletta con cuscini sparsi sul pavimento (per sedersi), si indossano degli occhiali particolari ed un video ci porta in un mondo fantastico d'immagini tridimensionali (in realtà il risultato non è un granché però si può apprezzare il tentativo)!

La Dott.ssa Siena ha quantificato economicamente il progetto ed ha parlato di un investimento di circa centomila euro, in questa cifra rientra non solo il nuovo allestimento ma anche il pagamento di tutte le persone che lavorano alla mostra, e poi la parte tecnica, rimontaggio etc, . Inoltre la Dott.ssa Siena ha espresso molta soddisfazione per la gratuità dell'evento barese, mentre a Roma era previsto il pagamento di un biglietto.

La mostra sarà aperta dal 12 giugno al 31 luglio, tutti i giorni dalle ore 17.00 alle 23.00, con visite guidate per bambini ogni 30 minuti circa, con l'ausilio di un'accompagnatrice didattica. Dunque, tutti pronti per entrare nel magico mondo di Harry Potter......... ma non dimenticate la bacchetta magica!

Deborah Brivitello

Nessun commento: