PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

domenica 26 aprile 2009

Castellaneta (Taranto) - Tennis Fed Cup - Francesca Schiavone inarrestabile porta l'Italia in finale contro gli USA


FED CUP, EFFETTO NOVA YARDINIA

“Io questo pubblico lo amo. Grazie Puglia”.

Francesca Schiavone in sala stampa ufficializza il suo amore verso il tifo di Nova Yardinia, “complice” del punto decisivo, che ha portato l’Italia alla finale di Fed Cup. Per le terza volta consecutiva il polo turistico di Castellaneta porta bene alle “quattro moschettiere” azzurre, che oggi hanno battuto la formazione più forte al mondo del tennis.

A novembre l’Italia della racchetta affronterà gli Stati Uniti in una sfida inedita. La giornata si è aperta sotto una cattiva “stella”, visto che Flavia Pennetta aveva ceduto nettamente (0-6, 3-6) a Svetlana Kuznetsova, nella sfida tra numeri uno delle due squadre. Mai in partita la brindisina, che subiva la strapotere della nove mondiale, obbligata al successo per tenere in piedi la Russia sulla via della finale.

Ma la formazione di Shamil Tarpischev non aveva fatto i conti con la “leonessa” Francesca Schiavone, che alla fine di una maratona (due ore e cinquantaquattro minuti di gioco) ha allungato gli artigli sulla talentuosa minorenne Anastasia Pavlyuchenkova, superata con il risultato di 7-6 (9 i punti della milanese), 4-6, 6-2.

“Oggi penso di aver giocato nuovamente un buon match – dice la Schiavone – la Fed Cup mi fa sentire bene. Un conto è giocare un torneo da sola lontano da casa, un altro conto è affrontare la sfida davanti ad un pubblico caloroso e che si fa sentire”.

Sul 3-1 (due successi di Schiavone ed uno della Pennetta, tra ieri ed oggi) l’Italia ha in pratica messo in tasca il biglietto per la finale, nella quale affronterà il gigante americano, vincente a Brno per 3-2 contro la formazione di casa.

“Se avessi potuto scegliere – svela la Schiavone – avrei optato per la Repubblica Ceca. Ma la cosa più importante è essere nuovamente in finale”. Dopo Charleroi 2006, l’Italia tenterà il bis. Portando idealmente nella testa il calore di Nova Yardinia.

Intanto, chiuderà questa finale la tarantina Vinci, in coppia con la Errani, in un doppio pro forma contro la coppia russa Anastasia Pavlyuchenkova/Nadia Petrova. La tennista jonica va a caccia del nuovo record personale nella disciplina a “quattro mani”, ovvero centrare il tredicesimo risultato vincente consecutivo in Fed Cup.

Nessun commento: