PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

venerdì 2 maggio 2008

Laterza (Taranto) - Un momento musicale di grande emozione con gli Stadio


Prestigioso evento musicale ieri 1° maggio - “festa del lavoro” - con gli STADIO a Laterza (TA) presso lo Stadio Comunale “Madonna delle Grazie”.

L’amata band bolognese è partita col nuovo tour estivo “Platinum Tour 08” per festeggiare ..soffiando idealmente su 25 candeline…la loro lunga e prestigiosa carriera, celebrata già con la pubblicazione, lo scorso 9 novembre, del cofanetto di 3 cd “Platinum Collection” (Capitol/EMI). Una raccolta che racchiude le pagine più belle scritte e cantate dall’unica band italiana pop/rock d’autore.

La data pugliese è la prima della tournèe estiva 2008, preceduta dalla mitica “data 0” di Cerreto d’Esi (AN), appuntamento imperdibile per i fans più appassionati di tutta Italia, atteso all’inizio d’ogni tour, come una sorta di grande prova generale.

Davanti ad un palco mascherato da un telo nero sul quale, in sequenza si avvicendavano, l’una all’altra, le immagini delle scenografie più significative della storia della band, è giunta già dal tardo pomeriggio, una nutrita folla di circa 2.500 fans.

Sono le ore 21,15: tutto accade in pochi magici attimi…il telo scende, abbandonandosi sul prato…il palco si offre al pubblico illuminato da intensi fasci di luce…la musica riecheggia in tutto lo stadio…parte il concerto! La prima è “Ci sarà”, brano dal testo “impegnato”, come nella migliore tradizione dei cantautori italiani, è stato firmato dalla penna di Ivano Fossati (1991) ed è da tempo assente negli eventi live degli STADIO. Non è certo l’unica novità della scaletta di questo concerto.

L’elettrizzato pubblico dei fans ha potuto riascoltare dal vivo altre “perle” del nutrito repertorio della band quasi interamente tratto dalla Platinum Collection : “Per la bandiera” , “Dentro le scarpe” ed altre, hanno rappresentato un momento musicale di grande emozione che ha riempito i cuori di chi da troppo tempo, non le ascoltava in chiave live.

A segnare i brani della nutrita scaletta - ben 30 di cui 6 al bis - è la voce, l’eleganza ed il carisma di Gaetano Curreri autore, assieme a Saverio Grandi (autore e produttore), della quasi totalità dei successi firmati STADIO.

Se fossimo ancora in una società “orale” gli STADIO sarebbero senz’altro dei cantastorie che, di anno in anno, interpretano, trasformando in musica, emozioni, pezzi di vita, sognata e da chissà quanti di noi, vissuta. Essi hanno cantato da sempre l’amore con la A maiuscola, vissuto in tutte le sue diverse facce, l’amore che non muore e che semmai si trasforma, in qualcosa di sempre diverso e, forse, più forte ed importante.

Il concerto è stato arricchito dalle voci narranti fuori campo di Saverio Grandi, Mary Cacciola (di radio Capital) - che Curreri definisce come una delle più belle voci oggi presenti in radio – e di Mauro Marino (di radio Kiss Kiss).

L’intera band si è mostrata perfettamente in sintonia col pubblico verso il quale, immancabilmente, non si è risparmiata offrendo, per più di 2 ore e 30, una tra le più belle scalette degli ultimi anni, tra i successi intramontabili come “Ballando al buio” e “Lo zaino” entrambi in chiave acustica, “Generazione di fenomeni”, “La faccia delle donne” e l’immancabile “Grande figlio di puttana” e le nuove più recenti melodie, come “Guardami”, presentata al Festival di Sanremo del 2007, “Parole nel Vento”, ecc….

“Abbiamo voluto cominciare la tournèe estiva da qui – ci confessa Gaetano Curreri - . E’ il nostro 1° concerto dei 25 anni di carriera ed abbiamo voluto cominciare da voi per festeggiarlo. Questa sera con la musica abbiamo raccontato la nostra storia che è legata alla radio. La TV fa male – ironizza – fa venire il mal di pancia!!! La radio invece fa sognare e sviluppa la fantasia. Così ci siamo affidati a lei per far si che le nostre canzoni arrivassero fino a voi”.

Abbiamo goduto di una band lanciatissima, carica più che mai nel regalare emozioni senza fine. Un momento elettrizzante per l’intera platea è stato vissuto sulle prime note di “Acqua e sapone” quando la partecipazione è stata davvero incontenibile e si è protratta così fino alla fine del concerto.. Nessuno di noi è riuscito più a restar seduto al proprio posto…..tutti in piedi dunque per cantare e ballare fin sulle note de “La faccia delle donne” e giù verso l’immancabile chiusura con “Stabiliamo un contattato” ed “Allo stadio”.

Un tocco di classe degno di nota che va sottolineato, specie nel giorno della festa del lavoro, è l’aver concluso il concerto con un omaggio della band, davvero inusuale ed apprezzabilissimo, a tutti i tecnici ed ai loro collaboratori, in precedenza ringraziati uno ad uno, le cui foto sono passate in sequenza sul telo al centro del palco.

C’è d’augurarsi che la storica band composta da Gaetano Curreri (Voce/autore) , Giovanni Pezzoli (Batteria), Andrea Fornili (chitarra) Roberto Drovandi (basso) assieme a Maurizio Piancastelli (tromba, percussioni, flicorno, voce) e Fabrizio Foschini (pianoforte, tastiera) porti con se il calore del nostro pubblico pugliese e che voglia ricambiarlo, in questa prossima estate, con altri grandi momenti live.

Angela Ronchi

Nessun commento: