PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

venerdì 23 ottobre 2009

Bari - 'Oggi Sposi' intervista a Luca Argentero e Moran Atias


Oggi in 400 cinema italiani esce il nuovo film del regista Luca Lucini “Oggi Sposi”, interpretato da Luca Argentero, Filippo Nigro, Gabriella Pession, Francesco Montanari, Moran Atias, Dario Bandiera, Isabella Ragonese, Carolina Crescentini, Michele Placido, Lunetta Savino, Francesco Pannofino e Renato Pozzetto, distribuito da Universal Pictures Italia.

A presentarlo in anteprima a Bari due dei protagonisti Luca Argentero e Moran Atias che ho avuto il piacere di incontrare ed intervistare presso la libreria Feltrinelli di Bari.

D.: Luca, stamattina quando ho visto il film, mi hai sconvolta. Il primo fotogramma appari rasato e con un accento fortemente pugliese, un Argentero diverso da come ti conosciamo.

R.: Il regista ha voluto dei personaggi molto caratterizzati, non solo nel look, ma soprattutto nella loro tipizzazione. Per il dialetto mi sono fatto aiutare da un vostro corregionale e mio amico, Nicola Scorza che è di Foggia.

D.: Luca Lucini ti ha diretto anche nel film “Solo un padre”, ambientato in Puglia, Michele Placido in “Il grande sogno” con una location nel Salento, insomma possiamo dire che il binomio Argentero- Lucini, Argentero – Placido e Argentero – Puglia funziona.

R.: Con Luca ormai si è instaurato un rapporto che va oltre quello lavorativo, è un amico. Sul set riesce a creare un ambiente divertente e in questo film posso dire che più che lavorare mi sono divertito anzi ci siamo tutti divertiti.
Michele come regista invece è il tipo del rapporto gerarchico. Forse questo rapporto l’ho creato io, perché mi sono posto nei suoi confronti in modo adorante. Poi come collega è molto divertente, nella vita si presta a giocare.

D.: Il tuo personaggio, un agente di polizia pugliese che vive a Roma e con un passato da don Giovanni e si innamora della figlia di un ambasciatore indiano, interpretato da Moran Atias, che vogliono sposarsi.

R.: Uno scontro titanico tra due tradizioni e culture diverse affrontato con grande ironia. Una chiave di comunicazione che unisce e aiuta, si scherza su problemi odierni, dove si ha la presunzione di saperne di più.

D.: Due mesi fa ti sei sposato (25/09/2009), come è stato preparare il matrimonio?

R.: Un incubo. Per fortuna suocera, madre e moglie se la sono vista per tutti i preparativi. Per gli uomini si tratta di passare e pagare.
Il giorno del matrimonio è stato molto poetico, proprio come la fine di questo film.


D.: Moran, sei una modella, conduttrice, attrice israeliana, che lavora da tanti anni in Germania, negli Stati Uniti in Italia,, ma la tua casa dov’è?

R.: La casa è sempre qui con me, nel mio cuore. Sono sempre felice in qualsiasi luogo mi trovo, perché traduco in positivo la realtà.

D.: Interpreti sempre ruoli di ragazze di nazionalità diverse.

R.: E’ una fortuna perché in questo modo viaggio senza partire. Studio con attenzioni le loro tradizioni, il modo di parlare e di muoversi e questo mi diverte.

D.: Cosa rappresenta per te il matrimonio?

R.: Il matrimonio è la festa dell’amore e penso che ad organizzarlo sarà mia madre.

D.: Quali sono i tuoi prossimi impegni?

R.: Sto girando in America una serie televisiva “Crash” con Dennis Hopper, che presta vedrete in Italia.

Il film “Oggi Sposi” parla di quattro matrimoni, del momento più critico e meno romantico di due giovani che vanno a suggellare il loro amore sull’altare, quello dei preparativi : ricerca sala per la cerimonia, Chiesa disponibile, bomboniere e il fatidico invito ai parenti (chi eliminare e chi invitare).

Il film è una commedia, ma non immaginatela come un classico cinepattone che non si vende all’estero, lo dimostra la collaborazione tra Universal e Cattleya.

E’ una commedia che ben funziona, dove non trapela nessun tipo di volgarità, con un montaggio rapido e con una storia piena di ritmo, scritto da sceneggiatori tra i più richiesti al momento come Bonifacci, Brizzi e Martani, con una bella scenografia e fotografia e un'accurata scelta dei costumi.

“Oggi Sposi”, quattro matrimoni che si intersecano e con un finale “bollywoodiano” che mette tutti di buon umore.

Anna deMarzo

Nessun commento: