PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

giovedì 20 marzo 2008

Bari – ‘Belle anime porche’ : Una storia quindi forte e toccante ma mai…mai triste


Presentato ieri nei locali del Megastore Feltrinelli il romanzo ‘Belle anime porche’ di Francesca Ferrando, giovane scrittrice torinese che si è costruita negli anni un’immagine originale e poliedrica.

La Ferrando, infatti, non è consona alla scrittura ma spazia tra vari impegni sia a livello artistico che in ambito universitario ma si è ritrovata, sostenuta dalle molte esperienze, a dar vita ad un romanzo forte e di grande impatto.

‘Belle anime porche’ autoprodotto, poi pubblicato da Mimesis/Pressutopia, approda in Kowalski dopo essere diventato un autentico caso letterario ed emblema del fine secolo caratterizzato da temi diversi, da un linguaggio proprio e da uno ‘slang’ specifico.

Nel romanzo di Francesca tutto ciò si evince in modo chiaro ed omogeneamente distribuito nell’intero racconto, infatti, la storia della giovane Terry e il suo modo di esprimersi sono frutto di un mondo che ci appartiene e che viviamo quotidianamente.

A spiegarci meglio, durante l’incontro, come ha preso forma il libro, (oltre all’autrice) Michele Casella che associa il lavoro di Francesca Ferrando ad un fumetto underground dove il racconto si evince per immagini e immediatezza.

Sembra essere proprio questo lo scopo della scrittrice: colpire ed imprimere immagini istantanee nella mente del lettore per materializzare le dure esperienze che la protagonista deve affrontare.
La storia è forte e penetrante, il linguaggio ‘scurrile’ e spesso sgradevole in grado di sottolineare l’assurda storia che Terry deve affrontare ma lei, comunque, reagirà sempre (e ciò si percepisce di continuo nel libro) con ironia essendo pronta a sorridere agli eventi della vita.

Una storia quindi forte e toccante ma mai…mai triste che aiuta Terry ad evolversi e ad acquisire un bagaglio culturale dettato dalle continue esperienze.
Proprio per il suo impatto ‘Belle anime porche’ è risultato fortemente cinematografico e, infatti, è già in lavorazione un film tratto dal romanzo.

Con la sua struttura veloce, con una paratassi diretta e con un connubio di sesso, violenza, satira e dolcezza il romanzo sta pian piano conquistando i lettori (sono state già vendute 2000copie) che, se prima potevano rintracciare il testo solo tramite l’autrice, oggi, dopo la faticosa strada editoriale italiana, possono trovarlo facilmente…buona lettura!!

Luana Martino