PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

lunedì 21 maggio 2007

Bari - 'Magnifico' il nuovo album di Germano Bonaveri


La voce possente, l’intensità del suo timbro che esprime indignazione e risentimento per quello che accade ogni giorno attorno a noi e che impassibilmente accettiamo senza tralasciare alcuna emozione è la ribellione che si avverte nell’album di Germano Bonaveri “Magnifico” presentato ieri alla Feltrinelli di Bari.Accompagnato da Luigi Bruno alle tastiere, Antonello D’Urso alla chitarra e dal produttore e arrangiatore Beppe Quirici che ha lavorato per Fabrizio De Andrè , Ivano Fossati e Giorgio Gaber, hanno fatto ascoltare alcune delle canzoni del nuovo album che Germamo Bonaveri, già voce del Resto Mancha, propone come solista.Accanto alle canzoni il cantante bolognese ha recitato alcuni brani tratti dal libro di Primo Levi “Se questo è un uomo” un’opera che non è frutto di fantasia ma che descrive l’inferno in terra e di come molti non ne hanno percepito l’esistenza se non al termine di una guerra. Con lo stesso scopo anche Germano tenta di descrivere un nuovo inferno quelle delle guerre che circondano il Mediterraneo, in nome di una fede, e di come oggi noi consapevoli, siamo indotti ad accettare senza scomodarci questa crudeltà senza nemmeno apprendere i veri motivi “non serve la rivoluzione in questo carnevale dell’umanità”.Tutto questo lo si può sentire nel brano “Torquemada”, l’inquisitore spagnolo che in nome di una fede provocò la morte di ben 80.000 persone o nel brano “Over the rainbow” dove non vuole conoscere cosa c’è oltre l’arcobaleno ma cosa stia accadendo prima di poterlo raggiungere.Un album ispirato al quotidiano, come più volte ha sottolineato, descrive con rammarico come il mondo sia cambiato in così breve tempo. “Ricordo quando avevo 10 anni - spiega Germano – le piazze della mia città erano popolate da splendidi pensionati che parlavano per ore di sport, politica o altro. Oggi questo mondo sociale non c’è più i rapporti umani si sono modificati, si comunica con migliaia di persone tramite i computer senza avere rapporti umani. Lo Stato Sociale si è trasformato”.Le musiche dell’album “Magnifico” che contengono 12 brani, spaziano dal tango, alla canzone popolare a quella folkloristica e al disco hanno collaborato molti musicisti oltre ai già citati D’Urso e Bruno, Luca de Riso, alla chitarra elettrica, Max D’Adda alla batteria, Elio Rivagli, batteria e percussioni, Mario Arcari, flauto - oboe e clarino, Martina Marchiori al violoncello.
Anna DeMarzo

Nessun commento: