PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

lunedì 21 maggio 2007

Finale SZIGET SOUND FEST ON TOUR 2007 i vincitori accedono al 'Sziget Festival' di Budapest


Teatro Kismet Opera di Bari – 19-20 maggio 2007 –Si sono svolte ieri al teatro Kismet, le finali nazionali del piu’ grande festival rock d’Europa:il “Sziget Festival” di Budapest . La manifestazione musicale, gemellata al prestigioso festival ungherese, organizzata dalla società l’Alternativa (info:349.756.45.99) in collaborazione con il Kismet e l’emittente Radio Bari Città Futura, dalle cui frequenze (Fm 101.00) sono state trasmesse in diretta le performance di tutte le band , ha ottenuto per la prima volta la chance di realizzare la finale nazionale proprio a Bari.A contendersi il premio per partecipare alla line-up ufficiale dello Sziget, si sono succedute sul palco del teatro Kismet Opera a partire dalle 18.30, ben dieci band provenienti da dieci regioni italiane: Venerea (Treviso), Baroque (Torino), Buen Retiro (Pescara), The Collettivo (Napoli), Poppy’s Portrait (Roma), Mimmo & Ritual The Club (Catania), Jacinto Canek (Milano), Vertical ( Forlì),Skum (Firenze) e i salentini Kumenei e Lu Professore (membro fondatore dei Sud Sound System). Vincitori indiscussi della kermesse il trio romano dei Poppy’s Portrait formato da Francesco Cerroni al basso e voce, Giorgio Maria Condemi alla chitarra e voce e Andrea Freda alla batteria che, con le loro suite, in bilico tra le sperimentazioni folk-psichedeliche degli anni ’60 ed il rock-power anni ’70 ha saputo affermarsi, ancora una volta, come tra le formazioni più originali del panorama indipendente del rock italiano. Una musica fatta in parte di brani dilatati, ipnotici, capaci di trasportare l’ascoltare in una dimensione surreale, ma non per questo, priva di accelerazioni vorticose e travolgenti. Ospite illustre della serata la dark lady rivelazione Tyng Tiffany ,che, dopo le prime esperienze come bassista e vocalist in band sotterranee ha preferito dedicarsi totalmente alla musica elettronica incidendo il suo primo album, dal titolo “Undercover” per la prestigiosa “Get Physical rec.” . Un’ artista che ha saputo affermarsi come una nuova icona dell’elektro-clash nazionale, anche grazie alle sue performance supporter ai live di Iggy Pop, Buzzcocks, Stereo Total, The Rapture, Eels, Deus e Tiga . Di prossima pubblicazione il suo secondo disco intitolato “ Brain For Breakfast”. La serata si è poi conclusa al Target club con un dj set a cura di dj Arpino e dell’inglese Dub Kult. Ma la grande festa della musica continua questa sera, sempre al teatro Kismet, con il superconcerto di chiusura della kermesse sonora, che vedrà esibirsi gli attesissimi Exploited (unica data italiana), il cui concerto sarà aperto dai romani Payback e dai leccesi Nontoccatemiranda .La band degli Exploited, partita da Edimburgo nel 1980, da molti anni rappresenta uno degli ultimi baluardi in difesa del movimento punk post ’77 delineato dai mitici Sex Pistols. Le loro esibizioni dal vivo, sono spesso considerate, per l’atteggiamento provocatorio del front-man Wattie Buchan, dei veri e propri comizi anti-establishment, con inneggiamenti alla rivolta e all’assunzione di posizioni anarco-insurrezionali. Malgrado i loro venticinque anni di carriera, segnata dal maggiore periodo di notorietà raggiunta con l’album “Punk’s Not Dead”, il quartetto scozzese, grazie anche a ritorno di certe sonorità post-punk, continua ad affermarsi come una delle formazioni più acclamate delle nuove generazioni . Appuntamento imperdibile allora, per questa sera.
Claudia Mastrorilli

Nessun commento: