PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

venerdì 16 marzo 2007

A Bari Vladimir Putin ha incontrato Romano Prodi


In una Bari blindatissima, i baresi hanno accolto questo evento in modo non del tutto partecipativo. Pochi erano i presenti accalcati dietro le transenne che in Corso Vittorio Emanuele costeggiavano il marciapiede che dal Municipio prosegue verso il Teatro Piccinni , molto di più il dispiegamento delle forze armate, pare circa 1500 unità tra polizia, carabinieri e militari russi in borghese.Il primo ad arrivare puntuale all’aeroporto Karol Wojityla è stato il presidente del Consiglio, Romano Prodi, seguito dai sette Ministri Italiani D’Alema, Mastella, Padoa Schioppa, Parisi, Bersani, Mussi e Bindi.L’arrivo di Prodi e della sua delegazione in Piazza Libertà, è stato ricevuto da un risicato applauso dei baresi che assieme alle autorità hanno atteso più di mezz’ora di ritardo l’arrivo del presidente russo rispetto al programma previsto.Il presidente Vladimir Putin è arrivato in Piazza Libertà accolto da Prodi e con lui ha proseguito al cerimoniale che prevedeva gli onori militari (con un picchetto d’onore composto da guardia di finanza, aeronautica, marina, esercito e carabinieri in alta uniforme) e alla bandiera, seguito dall’esecuzione degli inni nazionali russo e italiano.Al termine della rassegna i due presidenti con le loro delegazioni hanno fatto ingresso nel Palazzo di Città dove sono stati accolti dal sindaco di Bari, Michele Emiliano, dal presidente della Provincia, Vincenzo Divella e dal presidente della Regione Puglia, Nichi vendola,che per via protocollare hanno consegnato a Putin una pregiatissima “Bottiglia della Santa Manna”, tratto da un calco originale dei fratelli Francesco e Raffaele Spizzico, a Prodi una scultura in terracotta realizzata dallo sculture Vito Moccia di Rutigliano, intitolato “Ulivo”, simbolo della Puglia, ma anche simbolo di pace e di caparbietà.Mentre alle rispettive consorti non presenti in Piazza Libertà perché hanno seguito un altro programma, più turistico, recandosi nella zona di Alberobello per visitare i rinomati trulli, sono state donate due statue di terracotta raffiguranti due spose e realizzate dall’artista barese Vannina Grili.Al termine i due presidenti hanno proseguito il loro incontro bilaterale presso il Salotto del Camino in Prefettura.
Anna DeMarzo

Nessun commento: