PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

sabato 17 marzo 2007

Il viaggio nel tempo di Luca Carboni


“Le band si sciolgono tour 2007” – Teatroteam di Bari-venerdi’ 16 marzo- ore 21 Dopo cinque anni di assenza dal mercato discografico, Luca Carboni è pronto a rimettersi in gioco. Il suo nuovo attesissimo album, interamente prodotto ed arrangiato dall’artista, dal titolo “Le band si sciolgono”(pubblicato il 29 settembre da “Sony Bmg Music Entartainment”), sembra riportare il cantautore bolognese classe 1962, all’energia di fine anni ’80 quando con le hit estive “Mare mare” e “Ci vuole un fisico bestiale” raggiunse la sua più alta popolarità. Un disco nato dall’esigenza profonda di creare un rapporto più diretto con l’ascoltatore, registrato in studio dallo stesso autore senza l’ausilio, almeno in fase di preproduzione, di musicisti esterni, proprio per ricreare uno spirito più intimista e riflessivo sul tema che si vuole raccontare: il trascorrere del tempo .In ogni brano c’è infatti un riferimento preciso alle cose che cambiano, che si trasformano in un ciclico ripetersi senza fine, ma che restano nella memoria di ognuno di noi, in un percorso di conoscenza individuale teso alla ricerca dell’ equilibrio .Un lavoro importante, che vanta anche collaborazioni illustri quali l’amico di sempre Gaetano Curreri, coproduttore del suo album d’esordio “Intanto Dustin Hoffmann non sbaglia un film” , che firma la musica di “Lampo di Vita”, Pino Daniele coinvolto musicalmente in “La mia Isola” con la sua chitarra latineggiante ed infine Tiziano Ferro, in uno toccante duetto vocale nel brano “Pensieri al tramonto” . Per la tappa pugliese di presentazione del tour “Le band si sciolgono”, Luca Carboni ha regalato al pubblico, accorso numeroso ad ascoltarlo ieri al Teatroteam di Bari, momenti di intensa emozione. Oltre due ore di concerto, per complessivi venticinque brani arrangiati in chiave decisamente rock e con un sound, che sembra riportarci, per l’uso massiccio dell’ elettronica, a certe sonorità degli anni ottanta. Ad accompagnarlo sul palco un organico di eccellenti musicisti quali Antonello Giorni alla batteria, Ignazio Orlando al basso, Mauro Patelli e Vincenzo Pastano alle chitarre e Fabio Inastasi al pianoforte e tastiere. Supporter di tutto rispetto per l’intera tournee, il cantautore catanese Rosario Di Bella, che ha presentato tre brani tratti dal suo nuovo progetto discografico “ Il negozio della solitudine”, disco che sembra respirare una tematica affine a quella dell’ artista bolognese, incentrata sui dubbi del tempo che passa, sul viaggio interiore che ognuno di noi deve intraprendere per poter vivere al meglio il proprio tempo. Ma ecco che all’ apertura del sipario, si presenta al pubblico la scenografia ideata dallo stesso cantautore, che sembra richiamare nei tre archi, all’interno dei quali sono allestiti tre schermi sui quali vengono proiettati disegni e i videoclip d’animazione realizzati dal regista Marco Pavone su ispirazione del disegnatore Hugo Pratt, i portici caratteristici dell’amata Bologna . Primo brano in scaletta “ Segni del tempo”,” Sarà un uomo” cantata a gran voce dal pubblico e “ Giovani disponibili ”, vero e proprio inno generazionale. Luca Carboni, visibilmente emozionato e sorpreso per la calorosa accoglienza dei suoi fans , saluta il pubblico , per poi proseguire il concerto con la romantica “ Sto pensando” , la melodica ed onirica “ Settembre” e “ La mia città” , idealmente dedicata ad ogni città ma che, in questo caso, ama dedicare a Bari, città che lo ha sempre accolto con grande energia .Seguiranno l’ironica “Sexy”, “ Lampo di vita” cantata a squarciagola dal pubblico e “La mia isola”, ispirata alle bellezze dell’ Isola d’ Elba, ma anche, nei contenuti, un inno meraviglioso alla vita .Una breve pausa, per poi riprendere il live, con un set interamente acustico a cui seguiranno “Farfallina “, e i due fortunati singoli tratti dall’ultimo album: “Le band”,con il suo testo ironico ed amaro, e “Malinconia”,che fa parte della colonna sonora del film “Notte prima degli esami oggi”. Toni decisamente più’ rock con “Inno nazionale” ,“ Pensieri al tramonto”, cantata in duetto sul palco con l’amico Rosario Di Bella e la trascinante “Ci vuole un fisico bestiale” .Applaudito dal pubblico Luca Carboni non si risparmia, concedendo ben tre bis: “Vieni a vivere con me”,” L’amore che cos’è” e “ Mare mare “ .
Claudia Mastrorilli

Nessun commento: