PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

lunedì 23 aprile 2007

Bari - Tennis FED CUP - Italia - Cina -Azzurre sul 2 - 0 - Castellaneta Marina (Taranto)


ITALIA – CINA A NOVA YARDINIADOPO LA PRIMA GIORNATAAZZURRE SUL 2 – 0; VINCE ANCHE PENNETTAComincia in salita il secondo match di Fed Cup tra Italia e Cina in corso sul “rosso” del centro sportivo “Costa Verde” – Nova Yardinia, a Castellaneta Marina. Dopo il punto conquistato da Tathiana Garbin è toccato alla brindisina Flavia Pennetta (44 Wta) scendere in campo contro Peng Shuai (35 Wta). Un incubo per l’azzurra il primo set contro la 22enne cinese. Pennetta sembra mostrare anche in nazionale le difficoltà dell’ultimo periodo. In 32 minuti di gioco la brindisina appare incapace di trovare la misura dei colpi e subisce un umiliante 6 – 0 di fronte al “suo” pubblico. E’ una giocatrice più determinata quella che affronta il secondo set in cui sino al settimo gioco si procede senza break. Rompe l’equilibrio la Peng che però subito dopo restituisce il favore all’avversaria. Pennetta si porta infatti sul 4 – 5, vincendo un game a zero, e poi sul 5 pari. Riapre le porte alla speranza di salvare il match ritrovando anche una certa qualità nei colpi e nel fondamentale del servizio che le erano mancati nella prima frazione. Annulla tre matchball alla cinese e conquista il secondo set per 7 a 5 trascinata dal pubblico castellanese. Al cambio di campo Peng Shuai, arrivata solo giovedì in tarda serata in Puglia in arrivo dal circuito statunitense sul cemento, accusa un risentimento muscolare al flessore della coscia sinistra, ma è pronta al via della terza partita.La brindisina strappa in apertura il servizio all’avversaria in difficoltà per l’infortunio. Peng Shuai resta in campo finché può ma è costretta ritirarsi dopo il terzo gioco perché immobilizzata dal dolore.La Pennetta che festeggia il successo ammette “ammette di aver cominciato malissimo, ma di aver recuperato bene, giocato tutti i punti e alla fine di aver trovato anche un pizzico di fortuna. Esordire in Fed Cup nella mia terra è stato molto emozionante. Ho cercato di tirar fuori tutto ciò che avevo e di lasciare il campo. Consapevole di aver dato tutto”.Appuntamento a domani domenica 22 aprile alle ore 11.00

Nessun commento: