PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

venerdì 20 aprile 2007

Fiorisce la cultura con la "Primavera a Mola" di Bari


Che la primavera è segno di rinascita, dove si rinnova il cambiamento della natura con una multivarietà di colori e di profumi, la si avverte anche al Comune di Mola di Bari, che dal 20 aprile al 17 giugno da il via alla “Primavera a Mola” , una manifestazione di vitalità con oltre 50 eventi culturali da godere tutti in questa stagione ascoltando musica jazz, classica , seguendo concerti o spettacoli teatrali.Manifestazione di Vitalità perché la cultura è vita ed è con questa sentimento che oggi in Sala stampa della Provincia di Bari si è presentato il programma di “Primavera a Mola” con l’intervento di Vittorino Curci, assessore alla Cultura della Provincia di Bari , apparso “soddisfatto e sorpreso per l’abbondanza del programma , ma nel contempo compiaciuto nel vedere che a Mola si sta svolgendo un’attività intelligente col grande proposito di comunicare attraverso la cultura. Un ulteriore elemento che va sottolineato a favore del comune di Mola è vedere come nel contempo è stato recuperato il Palazzo Roberti per alleviare il problema della strutture e degli spazi”.Andrea Gargiulo, assessore alla Cultura del Comune di Mola, ha voluto sottolineare “il lavoro di sinergia tra le varie associazioni , che hanno realizzato un cartellone unico evitando sovrapposizioni, consentendo in questo modo ad un miglior impiego di contributi comunali e privati che sono stati veicolati per presentare un programma di spessore”.Programma a cui partecipano diversi soggetti: - dall’Associazione molese Agimus, che anche quest’anno presenterà concerti di gran pregio; - al Centro Diaghilev , il cui ciclo “Racconti” prevede ben 14 spettacoli teatrali di narrazione, con Paolo Panaro che presenterà 7 spettacoli e 7 titoli affidandosi al gusto della parola, “una battaglia già vinta nel proporre dei testi che si avvicinano alla poesia”, spettacoli che si potranno vedere nel “Salone degli Specchi” di Palazzo Roberti , come ha detto Guido Magliaro, direttore artistico del Centro Diaghilev;- all’Associazione Culturale Musicando “partito in sordina l’anno scorso – come ha sottolineato Vito Quaranta, direttore artistico – presentando allievi del secondo anno del conservatorio, mentre per questa edizione oltre al connubio tra musicisti locali e quelli più noti anche un concerto “Embryo” di Kerlox Dub Band, gruppo storico dell’avanguardia europea; - il Comitato per la diffusione della Cultura Musicale, attraverso Nilla Pappadopoli, propone spettacoli tangheri, dove alla base c’è uno studio delle nuove forme di tango che vanno da Piazzola ad alcuni musicisti tarantini, abbinati a ballerini di tango; - all’Associazione Culturale “Cappella Palatina” che proporrà un evento multidisciplinare a carattere internazionale attraverso un corso di perfezionamento in esecuzione pianistica, tenuto dalla professoressa Elvira Sarno, una serie di 4 concerti, una mostra pittorica dell’artista Giuseppe Auciello e uno spettacolo teatrale.Non c’è che dire se si vuole passare una piacevole primavera occorrerà fare un salto a Mola di Bari e muoversi tra il Teatro Van Westerhout, il Palazzo Roberti, il Teatro Angioino e la Masseria Serra dell’Isola ed avere solo l’imbarazzo della scelta di cosa vedere o ascoltare.Anna DeMarzo
Anna DeMarzo

Nessun commento: