PHOTOGALLERY by Egidio Magnani

sabato 13 gennaio 2007

Mario Rosini: note e voce di seta in omaggio a Mina


La classe di Mario Rosini ha inebriato il pubblico del Teatro Royal di Bari, il giorno 11 gennaio dalle ore 21.30 fino alle 23.30 circa, regalando due ore di grande musica. Sul palcoscenico assieme a Mario ed al suo pianoforte, c’erano Giuseppe Bassi al contrabbasso, Mimmo Campanale alla batteria, Andrea Sabatino alla tromba, con la partecipazione della voce di Daniela D’Ercole.Omaggio a Mina. Non è sicuramente semplice misurarsi con una grande voce e soprattutto con i grandi compositori e musicisti che hanno accompagnato e accompagnano tutt’ora la carriera di Mina Mazzini. Il confronto è peggio di un esame! Ma se il confronto non esiste allora è tutto più semplice! Il maestro Rosini non può essere confrontato! Ha una personalità musicale che si libra in alto e non ci sono esami o confronti da sostenere! Il concerto è stato talmente personalizzato da Rosini e dai suoi musicisti che a volte quasi ci si dimenticava di ascoltare brani resi famosi da Mina! La performance è iniziata con “Ahi mi amor” e “ Se telefonando”, dopo i primi minuti di musica il pubblico si è lasciato deliziare dalla morbidezza della voce di Mario Rosini. Seta pura la scrittura musicale emessa dal suo pianoforte. Si continua con la bellissima “Vorrei che fosse amore”, segue “Nessuno”, poi “E se domani”. Armonia e stile, si continua con una straordinaria rilettura di “Tintarella di luna”, per poi continuare con “Se tu non fossi qui” e “Non gioco più”. I brani dei grandi compositori Bruno Canfora e Carlo Alberto Rossi scoprono un nuovo spazio sonoro fatto di raffinate incursioni new age. Le canzoni rese famose e ormai mitiche da Mina, hanno così assunto sottigliezze singolari, grazie alla rielaborazione vocale e musicale di Mario e dei suoi tre musicisti. Gradevole l’interpretazione di alcune canzoni cantate da Daniela D’Ercole tra le quali la difficilissima “Brava”. Si continua con lo spettacolo di eleganza strumentale con altri brani fino alla magica “Neve” degli Audio 2, straordinariamente rafforzata da Mario con struggente intensità. In definitiva, ottima musica per 2 ore, forse il maestro Mario Rosini dimostra la sua classe e la sua personalità meglio con performance di questo tipo, che con canzoni cantate su un palcoscenico tipo quello, …….per esempio…… di Sanremo.
Deborah Brivitello

Nessun commento: